La pandemia causata dal Covid-19 ha stravolto le nostre vite, mettendo in ginocchio le attività di molte strutture sanitarie, la sicurezza degli operatori sanitari e quella di tanti cittadini, molti dei quali hanno pagato un prezzo altissimo perdendo la vita.

Le Istituzioni nazionali e regionali, insieme ai media ci hanno detto che alcune regioni e alcune strutture sanitarie dove erano accolti pazienti particolarmente fragili e vulnerabili come nelle RSA, sono state coinvolte più di altre sia per numero di contagi che di vittime.

Per questo motivo nel mese di Marzo abbiamo deciso di lanciare una raccolta fondi e destinare il nostro aiuto a tante strutture sanitarie in grandi difficoltà.

La somma che abbiamo raccolto e destinato a questa iniziativa è stata di 5803.58 euro. Con questo importo abbiamo potuto acquistare:

  • N° 4000 mascherine chirurgiche
  • N° 3000 schermi facciali protettivi
  •  N° 16 tablet per consentire ai sanitari di comunicare con le famiglie degli ospiti.

Le strutture che abbiamo sostenuto sono state 38, di cui 29 in Lombardia, 6 in Veneto, 1 in Puglia, 1 in Friuli Venezia Giulia, 1 in Liguria.

Leggere le lettere di ringraziamento da parte dei Direttori Sanitari che hanno ricevuto le donazioni è stato emozionante e commovente.

Grazie a tutti quelli che hanno aderito alla raccolta fondi, grazie a chi ha organizzato le spedizioni e consegnato tutto il materiale di persona e in modo particolare a Maria Grilli, Lucia Carrara e Lucia Politi.

quando c’è bisogno di dare una mano, aBRCAdabra c’è.

Guarda la galleria