Oggi é una giornata importante per le famiglie siciliane portatrici della mutazione BRCA perché presso la Sede dell’ Assessorato alla Salute Regione Sicilia  di Palermo,come Associazione, abbiamo firmato il tanto atteso PDTA sull’ alto rischio.
Dietro c’è un lungo lavoro e la collaborazione di tanti professionisti, e siamo felici di avere contribuito attivamente anche sui contenuti.
Diventano così cinque le regioni d’Italia ad avere predisposto ed approvato questo documento.
Adesso occorre attendere i tempi della fase attuativa e organizzativa anche per il riconoscimento dell’ esenzione per le indagini diagnostiche previste dal programma di sorveglianza.

Cosa sono i PDTA

PDTA è l’acronimo di Percorso diagnostico terapeutico assistenziale. La sua natura e il suo significato sono esplicabili analizzandone il nome stesso.

Per percorso si intende sia l’iter del paziente, dal suo primo contatto con il Sistema Sanitario Nazionale al trattamento terapeutico dopo la diagnosi, sia l’iter organizzativo, ovvero le fasi e le procedure di presa in carico del paziente.

Per diagnostico, terapeutico e assistenziale si intende la presa in carico totale dell’assistito, insieme a tutti quegli interventi multiprofessionali e multidisciplinari che ne conseguono.

I PDTA rappresentano quindi dei modelli specifici per un territorio che contestualizzano le Linee Guida rispetto all’organizzazione di una azienda sanitaria/regione, tenendo conto in analisi delle risorse disponibili e garantendo i Livelli Essenziali di Assistenza (LEA) emanati dal governo.